L’auto che pensa e guida con noi

Il bisogno di sicurezza sulla strada è una delle necessità più sentite dagli svizzeri. Per questo, al momento di acquistare una nuova auto, sono disposti a spendere molto denaro in sistemi di sicurezza intelligenti che aumentano notevolmente la protezione degli occupanti.

sicherheit_920px.jpg

Tutto è iniziato negli anni Settanta dello scorso secolo con le cinture di sicurezza, che insieme agli airbag rappresentano un sistema di sicurezza passiva. Oggi le auto vantano ormai un intero arsenale di dispositivi attivi a tutela di guidatore e passeggeri. Quattro automobilisti svizzeri su cinque considerano assolutamente ragionevole l’uso di sistemi di assistenza alla guida e ritengono che abbiano un grande potenziale in termini di sicurezza del traffico. Sorprende invece che due automobilisti su cinque li ritengano soggetti a errori e che siano fondamentalmente diffidenti nei loro confronti. Le perplessità sono però infondate: difatti questi dispositivi non solo aumentano la sicurezza del traffico, ma consentono anche di ridurre il consumo di carburante.


Ecco gli attuali sistemi di assistenza alla guida più rilevanti per la sicurezza:

Intelligent Speed Adaptation: regola automaticamente la velocità tenendo conto, ad esempio, dei limiti di velocità o del tracciato.

Assistente fari abbaglianti: regola l’uso di abbaglianti e anabbaglianti. Con la luce direzionale e di svolta, i fari si adattano automaticamente al tracciato.

Sistema anti-colpo di sonno: analizza ininterrottamente il comportamento alla guida e rileva eventuali indizi di un calo di concentrazione, avvisando il conducente in presenza di sintomi di stanchezza.

Assistente di visione notturna: una telecamera a infrarossi rileva persone, animali e oggetti nell’oscurità e li visualizza su un display.

Assistente alla frenata d’emergenza: monitora i veicoli nelle vicinanze e, in caso di rischio di tamponamento, frena in autonomia o intensifica l’effetto della frenata del conducente.

Assistente al parcheggio: misura gli spazi di parcheggio ed esegue in automatico le manovre necessarie.

Assistente mantenimento corsia: riconosce e reagisce alla segnaletica orizzontale sulla carreggiata. Se il veicolo si avvicina troppo alla linea di demarcazione, il sistema avvisa e/o sterza attivamente nella direzione opposta.

Assistente di cambio corsia: osserva i veicoli provenienti dalla direzione opposta e della corsia parallela. Quando il conducente avvia una manovra di cambio corsia, il sistema verifica se il contesto dei veicoli presenta possibili pericoli.

Riconoscitore di segnali: riconosce i cartelli stradali, avvisa in caso di velocità troppo elevata, aiutando così a mantenere l’attuale velocità massima.

Sistema adattivo di regolazione automatica della velocità: mantiene la velocità impostata dal conducente, frena e accelera a seconda del traffico che precede il veicolo, consentendo così di evitare tamponamenti.

torna su