Auto usate molto più resistenti delle auto nuove

24 giugno agvs-upsa.ch – Il mercato sia delle auto nuove e che delle usate è investito dalla crisi scatenata dal coronavirus. Le attuali prospettive congiunturali di BAK Economics, elaborate per conto dell’UPSA, prevedono un doppio onere per il settore svizzero dell’automobile nel 2020. La buona notizia è che per il 2021 è previsto un netto recupero.

20200624_bak_economics_agvs_text.jpg
Fonte: Media UPSA

cst. La pandemia di Covid-19 ha inflitto un duro colpo all’economia svizzera, anche nel settore dell’auto. Le misure prese per arginare il coronavirus hanno segnato profondamente sia le vendite di auto nuove che il mercato dell’usato. Mentre le nuove immatricolazioni fino a maggio sono state inferiori del 39% (ossia circa 50 000 auto nuove) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il numero di passaggi di proprietà nello stesso periodo è diminuito del 13% (ossia di 48 000 passaggi).

Ma quali sono le previsioni per il settore dell’auto nel terzo e quarto trimestre e nel 2021? Quale tendenza si sta delineando nella domanda di autovetture nuove, usate e di flotte? E come proseguirà l’attività per i garagisti ai tempi del coronavirus? Le prospettive congiunturali per il settore svizzero dell’automobile, elaborate da BAK Economics per conto dell’UPSA, tentano di rispondere a queste e altre domande.

Ulteriori informazioni sul settore svizzero dell’auto sono disponibili qui: 
- attuale analisi di settore
- cifre attuali di auto-suisse
- cifre attuali sulla mobilità e i trasporti dell'Ufficio federale di statistica UST

 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.

Commenti