Ogni minuto in attesa è denaro perso

L’autolavaggio

Ogni minuto in attesa è denaro perso

5 agosto 2022 upsa-agvs.ch – Nick Eichenberger, responsabile del settore Impianti di lavaggio presso KSU A-Technik AG di Wohlen AG, racconta la sua nuova quotidianità lavorativa. Lui stesso afferma: «Gli input non mancano mai». Inoltre, spiega perché gli impianti di autolavaggio sono un’attività redditizia per i garagisti. 

artikelbildeichenberger.jpg
Nick Eichenberger, il nuovo responsabile del settore Impianti di lavaggio presso KSU. Foto: Media UPSA

mfi. Dal 1° marzo Nick Eichenberger è il nuovo responsabile del settore Impianti di lavaggio presso KSU e ha subito preso confidenza con i suoi compiti: «Una delle mie mansioni principali è spianare la strada ai nostri venditori e sostenerli. Ciò significa che sono presente per le questioni tecniche e cerco di istruire al meglio i collaboratori per aiutarli nel loro lavoro quotidiano». Motivato, affronta le grandi sfide che lo attendono. Lui stesso afferma: «La sfida più grande per me è professionalizzare ulteriormente il servizio esistente e adattarlo in modo ancora più specifico alle esigenze dei gestori degli impianti di autolavaggio o dei garagisti e dei loro clienti». Infatti, il servizio offerto da KSU nel settore degli impianti di autolavaggio non si limita alla vendita. Da anni un servizio di assistenza clienti operante in tutta la Svizzera e un tecnico di assistenza interno si occupano delle linee di lavaggio e degli impianti di autolavaggio self-service di tutti i loro clienti. «Se qualcosa non funziona in un impianto, deve essere riparato rapidamente. I clienti finali non vogliono aspettare per lavare la propria auto e per i gestori ogni minuto in cui l’impianto non funziona è una perdita di denaro», afferma Eichenberger.
 
Il mercato della vendita di impianti di lavaggio nuovi per nuovi siti è invece piuttosto limitato. Ogni anno in tutta la Svizzera vengono aperti solo 20 nuovi autolavaggio. «Ciò significa che da qui a Wohlen fino a Winterthur c’è proprio qualcuno che vuole aprirne uno», puntualizza Eichenberger. Tuttavia, la rete esistente e il raggio d’azione di cui l’impresa già dispone grazie alle sue altre attività costituiscono un vantaggio decisivo rispetto alla concorrenza. Durante e dopo il servizio a un impianto si rimane in contatto con i clienti e si può così rispondere alle loro aspettative e richieste, afferma Eichenberger: «Ci confrontiamo regolarmente con i proprietari degli impianti e riceviamo costantemente feedback. I clienti sono molto onesti con i loro commenti e affrontano direttamente i problemi. Ciò aiuta anche KSU a soddisfare i propri standard di qualità e a migliorare costantemente. Un prodotto destinato a soddisfare le esigenze dei clienti è il sistema di lavaggio self-service «Jet Wash», sviluppato da KSU. Le postazioni di lavaggio self-service «Jet Wash» si basano sul principio degli impianti Moog SB. Il vantaggio è che la struttura modulare del cuore dell’impianto consente ai tecnici addetti all’assistenza di lavorare sul sistema in modo rapido e semplice, e offre spazio sufficiente per poter installare anche in futuro componenti aggiornati. In questo modo, l’acquirente dell’impianto ha anche la certezza di non doverlo sostituire completamente nel giro di pochi anni, solo perché alcuni componenti sono obsoleti.


artikelbildksu.jpg
La struttura dei moduli consente una facile riparazione e montaggio dei singoli componenti.

Secondo Eichenberger, un impianto di lavaggio a portale o postazioni di autolavaggio installate nel garage sono investimenti remunerativi. Anche per i garagisti, infatti, velocità e redditività sono fondamentali. «Dal punto di vista finanziario c’è una bella differenza tra il poter lavare l’auto del cliente in loco nel proprio garage o dover percorrere 15 minuti di strada per recarsi in un autolavaggio esterno». Un impianto di autolavaggio accessibile al pubblico, collegato a un garage, è ancora più conveniente, afferma il responsabile di settore: «Se il garagista integra nella sua azienda un impianto di lavaggio pubblico, può lavare i veicoli dei clienti e ha una fonte di reddito passiva fuori dagli orari di apertura. E i visitatori si fermano più a lungo nel suo piazzale e guardano, ad esempio, i veicoli in vendita o pensano magari di avvalersi di un servizio dell’officina». Il bello del lavoro con gli autolavaggi è che quasi tutti gli automobilisti sono clienti e quasi tutti hanno un’opinione sul lavaggio auto. «Gli input non mancano mai». 
Feld für switchen des Galerietyps
Bildergalerie

Aggiungi commento

7 + 13 =
Risolvere questo semplice problema matematico e inserire il risultato. Ad esempio per 1+3, inserire 4.

Commenti